Pizza buona e digeribile

Io come tanti altri ho qualche problema nel digerire la pizza, tanto che in molti casi sono portato a scegliere quando sono in pizzeria, qualcosa di diverso: un primo oppure un secondo, anche se mi piacerebbe molto mangiate una bella pizza.
Ma è proprio impossibile mangiare una pizza senza avere pesantezza di stomaco, quel senso di arsura, che nella migliore delle ipotesi ci rovina il sonno e nella peggiore ci costringe a stare svegli tutta la notte? Bene ascoltando i nostri amici pizzaioli della Compagnia dei Buongustai che basta rispettare alcune regole fondamentali per consumare una pizza digeribile ma nello stesso tempo gustosa.


1- La prima regola è senza dubbio mantenere un forno pulito e senza fumo, questo soprattutto perche dalla combustione della legna possono svilupparsi degli agenti cancerogeni che attraverso il fumo possono raggiungere la nostra pizza.
2- Il tempo di lievitazione deve essere almeno di 24 ore, molto meglio se il pizzaiolo utilizza il lievito madre e rispetta i tempi di una lievitazione naturale.
3- Le farine utilizzate non devono essere troppo raffinate, quella che si usa maggiormente è quella 00, ma è senza dubbio meglio, per quanto possibile, preferire farine integrali meno raffinate.
4- Pomodoro e olio extra vergine di oliva devono essere prodotti di qualità, così come la mozzarella.
5- Una ultima menzione, se siamo abituati a portarci la pizza a casa, è che il contenitore deve essere in pura cellulosa non sono ammessi per legge cartoni riciclati.

Insomma quando andiamo in pizzeria cerchiamo di fare attenzione a queste semplici regole e proviamo anche a chiedere che vengano rispettate, prima o poi troveremo la pizzeria che ci soddisfa.
Se avete commenti oppure suggerimenti da dare vi aspettiamo sul nostro blog.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *